"Apriamo le stazioni ai senzatetto", la proposta per fronteggiare l'emergenza freddo

Il Partito Democratico depositerà una mozione urgente per l'apertura delle stazioni ferroviarie ai clochard per la fase di emergenza freddo

Stazioni aperte di notte per i senzatetto e i clochard per fronteggiare l'emergenza freddo e offrire anche a chi non ha la fortuna di avere un tetto sopra la testa la possibilità di proteggersi dal freddo.

La proposta arriva dal gruppo regionale del Partito Democratico che ha annunciato di depositare in Regione una mozione urgente per l’apertura delle stazioni ferroviarie ai clochard per la fase di emergenza freddo.

"Il Pd chiederà di discuterla martedì 10 gennaio, durante la seduta di Consiglio regionale già convocata" annunciano i rappresentanti regionali in una nota. "Si tratterebbe di una soluzione di emergenza e temporanea per ovviare alla mancanza di posti letto nei dormitori e per quelle persone che rifiutano l’accoglienza in queste strutture. Con la mozione il Pd chiederà a Maroni di intervenire presso la controllata FNM e presso RFI perché deroghino, fino a quando dureranno le temperature particolarmente rigide, alle disposizioni che prevedono l’allontanamento dei senzatetto dalle stazioni".

Nello stesso periodo, secondo quanto indicato nella proposta, andrà anche garantito l’accesso alle associazioni e agli enti che si occupano di assistere queste persone e di tentare di indirizzarle a strutture di accoglienza dedicate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento