Cronaca Libertà / Via Federico Confalonieri

Strade al buio a Monza, lampioni vecchi o spenti: "E' un problema di sicurezza"

Diverse le segnalazioni da più quartieri monzesi raccolte dai consiglieri di Monza Attiva. L'ultima recente segnalazione da via Goldoni, rimasta al buio tutta una notte

Un tratto di strada al buio per tutta la notte - in via Goldoni - e lampioni spenti in diversi quartieri. Oppure accesi di giorno. Succede a Monza dove i consiglieri di Monza Attiva, Maria Chiara Pozzi e Carlo Abbà, hanno portato all'attenzione un problema da tempo sollevato dai cittadini. Le segnalazioni - specificano dalla formazione civica - arrivano un po' da tutti i quartieri di Monza. 

“Le segnalazioni sui social che riguardano lampioni spenti, rotti, oppure accesi durante il giorno sono quotidiane. Ma basta girare per la città per accorgersene: numerose vie sono al buio. E nonostante le segnalazioni dei cittadini nessuno interviene – dice Carlo Abbà –. Luce vuole dire sicurezza, sia per l'utenza debole della strada che per chi si trova a passare in alcuni punti della città. Faccio notare che la sicurezza è un tema tanto caro a questa giunta che lo ha sbandierato dal primo giorno di campagna elettorale, ma che evidentemente da oltre quattro anni si dimentica di mettere in pratica i fatti”.

Nel dettaglio le segnalazioni recenti riguardano via Machiavelli, all'angolo con via Marsala in direzione di via Guerrazzi. Ma anche via Modigliani dove le luci si accenderebbero e spengerebbero a intermittenza notte e giorno. Un problema che - sottolineano da Monza Attiva - sarebbe stato già segnalato da mesi.

In via Bramante da Urbino poi tre su cinque lampioni posizionati non funzionano. Ma c'è anche il problema inverso cioè le luci che si accendono di giorno e magari non di notte.

"Problema di sicurezza"

"Da via Confalonieri da due anni fanno presente che sono senza lampioni ma nessuno è mai uscito a sistemare la cosa" ribadiscono i consiglieri. E poi c'è la questione di via Goldoni che oltre a un problema di illuminazione riguarda la sicurezza. E di nuovo l'altra notte l'intera via è rimasta al buio.

“Pedoni e ciclisti si lamentano per la pericolosità della situazione. Personalmente ho raccolto decine di queste segnalazioni, che riguardano diversi quartieri – spiega Maria Chiara Pozzi, consigliere comunale di MonzAttiva –. È un problema generale e non focalizzato solo su un'area. Da quello che mi dicono i cittadini, quando viene fatta una segnalazione passa parecchio tempo prima che le squadre di manutenzione intervengano. Per non parlare del fatto che i lampioni pubblici usano la vecchia tecnologia a vapori di sodio che non solo inquina ma è anche più dispendiosa dal punto di vista dei consumi e dei costi. Con una rete di lampioni a Led, si potrebbe arrivare a un risparmio medio del 70 per cento”.

E proprio sul mancato svecchiamento della rete di illuminazione pubblica pone l'accento Carlo Abbà: “A distanza di quattro anni dal suo insediamento il sindaco non ha ancora affrontato la pratica, ricordo che esiste un progetto in project financing con Acsm-Agam, società partecipata dal Comune per chi se lo fosse dimenticato. Quel progetto, già approvato, prevede, la sostituzione dei pali e delle lampade con il conseguente miglioramento energetico, peccato che sia tutto fermo da quattro anni. Eppure una via illuminata è un deterrente forte per azioni di microcriminalità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade al buio a Monza, lampioni vecchi o spenti: "E' un problema di sicurezza"

MonzaToday è in caricamento