Italiani a 18 anni? Semplice, basta una firma... in Comune

Anche a Monza e Brianza la campagna di amministrazioni e Anci per spiegare ai nati nel 1993 e successivi che possono acquisire la cittadinanza con una firma: ci sono però alcuni requisiti da rispettare

Integrazione tra italiani e stranieri ( fonte: Anci)

Diventare italiani appena maggiorenni? Si può, basta una firma. Parte la campagna «18 anni in Comune» in collaborazione tra Anci e Save th Children e destinata ai ragazzi nati da genitori stranieri. Per loro, entro il compimento del diciannovesimo anno di età c'è la possibilità di diventare cittadini italian con una semplice firma in Comune. Si stima che in Italia siano circa 15.000 i ragazzi  tra i 17 e i 18 anni (nati quindi nell'anno 1993 e successivi) che, secondo la legge vigente, possono diventare italiani: a Monza sono circa 200, ma naturalmente è possibile in qualsiasi Comune italiano.

In realtà non c'è niente di nuovo. La normativa di riferimento è infatti la legge 91 del 5/2/1992, che all'articolo 42 stabilisce che "gli stranieri nati in Italia, che vi abbiano risieduto legalmente senza interruzioni fino alla maggiore età, possono diventare cittadini italiani con semplice dichiarazione di volontà da rendere all'ufficiale di stato civile entro un anno dal compimento della maggiore età". Ma non tutti ne sono a conoscenza

Data la perentorietà del termine, la campagna di sensibilizzazione in corso  è rivolta in modo particolare ai 17enni, che avranno quindi tutto il tempo di effettuare le proprie valutazioni personali e quelle con la famiglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I requisiti obbligatori per presentare domanda sono:
- essere regolare in Italia
- avere almeno un genitore regolare e iscritto all'anagrafe al momento della nascita del figlio.
- avere vissuto fino a 18 anni continuativamente in Italia

Il senso della norma è riconoscere la cittadinanza a chi è legato al territorio: per dimostrare la propria presenza continuativa sul suolo italiano possono bastare  anche i documenti scolastici che attestino la frequenza: possibilità quindi di ottenerla anche in caso di cancellazione anagrafica.Per quale motivo utilizzare questa procedura? « Perché semplifica il normale iter amministrativo - rispondono dal Comune di Monza - Chi non usufruisce di questa possibilità  per scelta personale o perché in ritardo dovrà seguire in pieno la prassi, che in questi casi è può durare anni".

Gli stranieri  regolari a Monza sono circa 13.000, il 9% del totale della popolazione residente. Negli ultimi 15 anni il trend è in crescita. Negli anni 2004-2010 si è registrato l'82% in più di nuovi arrivi. Per fare un paragone, nel 1995 gli stranieri erano 1600. Comincia ad essere significativa anche la presenza di studenti stranieri nelle scuole. 19,5% nelle scuole dell'infanzia, 10% alle medie e 5% alle superiori. Un bambino su due tra questi è nato in Italia.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento