Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Sant'Albino / Via Privata Pompei

Striscia la Notizia a Monza: il deposito degli autobus "infinito"

Il telegiornale satirico di Antonio Ricci sbarca in città. Il tema è il nuovo deposito degli autobus che dovrebbe essere pronto da un anno. Un investimento da cinque milioni di euro

Striscia la Notizia si è occupata della nuova sede di NEt (Nord Est Trasporti) la cui realizzazione fu avviata nel 2007 dalla ex muncipalizzata  TPM. L'edificio è a tutt'oggi  in costruzione in via Pompei, strada periferica compresa tra viale Stucchi e viale Sicilia. Zona Stadio, per intendersi. Il mago Casanova è arrivato presso la nuova sede con i suoi "arnesi": la valigetta magica, per esempio, da cui tira fuori una pala.

Un piccolo show per mostrare  a che punto sono i lavori per la struttura, iniziati cinque anni fa per un totale di cinque milioni di euro stanziati. Obiettivo, ricorda Casanova, spostare il deposito degli autobus dal centro alla periferia per decongestionare il traffico. Ma non solo. Le cronache del tempo parlano anche di recuperare l'area deposito  di via Borgazzi con spazi verdi.  Il trasferimento avrebbe comportato anche vantaggi di tipo logistico per la vicinanza delle fermate prossime venture della M5 e della M1 di Bettola. Ma mancano ancora l'autorimessa e la stazione di rifornimento e lavaggio per circa 130 autobus, mentre sarebbero pronti gli uffici.

E così Casanova ha incontrato il sindaco Marco Mariani. Che è parso un po' disincantato davanti alle telecamere di Striscia. Divertente il siparietto quando Mariani ha affermato che "le magie, per tirare avanti questo comune, le facciamo tutti i giorni". "Ah, quindi lei, oltre a Robin Hood, è anche un po' mago?", gli ha chiesto Casanova. "E anche un po'  p... - ha ribattuto Mariani - se penso a quello che passiamo, ma lasciamo stare".

    IL VIDEO DI STRISCIA (LINK ESTERNO)

Mariani ha spiegato che "sono soldi pubblici  spesi bene, assolutamente non sperperati". Il primo cittadino ha comunque accolto il suggerimento, definendolo "intelligente", e promesso novità per maggio.

Nel giugno 2009 TPM aveva ceduto il ramo d'azienda relativo ai trasporti a NET, controllata al 100% da Atm. Una notizia salutata dai vertici comunali come una "liberazione" che avrebbe permesso di risparmiare 300.00 euro al mese. Nell'accordo era compreso anche il trasferimento della nuova sede in via di realizzazione  e di tutti i dipendenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscia la Notizia a Monza: il deposito degli autobus "infinito"

MonzaToday è in caricamento