Dopo la velocità e i semafori le strisce pedonali invisibili nel mirino di Striscia la Notizia

Valerio Staffelli dopo qualche settimana è tornato a Monza per verificare se qualcosa era cambiato dopo il servizio del tg satirico: oltre all'imprudenza e ai semafori adesso preoccupa anche l'assenza di strisce pedonali

Un frame dal servizio del 28 aprile 2015 di Striscia la Notizia

Striscia la Notizia torna in città.

Valerio Staffelli dopo il servizio sulle folli velocità a Monza all'indomani dei tristi fatti di cronaca che avevano causato la morte di due ragazzini in tragici sinistri stradali ha fatto nuovamente capolino tra le strade del capoluogo brianzolo per verificare se qualcosa era cambiato in meglio.

A giudicare dalle velocità rilevate dal telelaser sulle arterie cittadine pare che allo scalpore del servizio non abbia fatto seguito un esame di coscienza da parte degli automobilisti: su viale Sicilia, strada urbana con limite fissato a 50 km/h, ci sono auto che sfrecciano a 110 km/h o ancora 120 km/h così come su viale Elvezia dove una moto è stata addirittura pizzicata a transitare a 106 km/h.

"Siete ancora troppo veloci in città a Monza ed è per questo che accadono gli incidenti" commenta Staffelli che oltre i limiti di velocità si è occupato anche dell'argomento semafori.

Alcuni dispositivi in città continuano a non funzionare e ad alcuni impianti scatta il rosso dopo il verde senza passare per l'arancione.

Tra le segnalazioni di semafori non funzionanti sul territorio monzese c'è quello di via Teano dove sul dispositivo non si accende la luce verde per i pedoni ma scatta direttamente l'arancione così come all'impianto nei pressi dell'ospedale San Gerardo per cui Staffelli ironizza: "Ma cosa hanno fatto? Hanno smontato le lampadine dei semafori che funzionavano per metterle in quelli rotti?".

Ma a preoccupare è soprattutto la situazione "strisce": l'irruzione cittadina del Tg satirico infatti ha portato alla ribalta un altro problema in termini di sicurezza. In molte zone di Monza, in prossimità di attraversamenti pedonali, le strisce pedonali sono ormai scolorite o sbiadite e quasi invisibili.

L'allarme sulla necessità di un corretto ripristino e un tempestivo intervento per la segnaletica orizzontale era stato lanciato anche da un lettore di MonzaToday in una segnalazione che riguardava gli incroci di via Zucchi, Prina Manzoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima di salutare dalla città di Monza Staffelli si toglie un sassolino dalla scarpa per rispondere alla polemica sollevata dalla controreplica del sindaco Scanagatti: "Noi abbiamo sempre parlato solo di sicurezza non abbiamo mai speculato sugli incidenti. Incidenti come quelli ci farebbe piacere non accadessero più" conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento