Cronaca Vimercate / Piazzale Guglielmo Marconi

"Ciao Simo, manchi a tutti": striscioni e fiori per il 22enne ucciso nella rissa

Intanto proseguono le indagini dei carabinieri per individuare il responsabile dell'omicidio

"Ciao Simo, manchi a tutti giù in piazza. La tua presenza qui non si rimpiazza". Una dedica, scritta nero su bianco, su uno striscione appeso in piazza, a Vimercate. La "sua" piazza. Quella dove in tanti lo hanno salutato e visto allontanarsi con un sorriso anche mercoledì sera prima della notte di sangue in cui, per una rissa tra bande rivali, ha perso la vita raggiunto da una coltellata al petto. 

Vimercate si stringe attorno al dolore della famiglia per la perdita di Simone Stucchi, 22 anni, deceduto all'ospedale San Gerardo di Monza dopo un trasferimento d'urgenza in ambulanza a causa di una coltellata. Ancora tanti i punti da chiarire sulla sanguinosa rissa culminata con un omicidio che a Pessano con Bornago, in via Della Vigna, mercoledì poco prima di mezzanotte ha visto scontrarsi una trentina di ragazzi: bande rivali, datesi appuntamento da Vimercate e Pessano per un incontro che si preannunciava come un chiarimento e si è invece rivelato una tragedia. Oltre al 22enne brianzolo deceduto un ragazzino di 16 anni è ancora ricoverato in ospedale, a Melzo, con una ferita alla testa. Vecchi rancori, questioni irrisolte e forse adesso una contesa per una ragazza. Ma i motivi che hanno portato i due gruppi a far esplodere la violenza sono ancora al vaglio dei militari della compagnia di Pioltello, guidati dal capitano Francesco Berloni. 

Mentre si cerca di fare luce sull'accaduto, Vimercate piange Simone. Fuori dall'edicola della famiglia, in via Vittorio Emanuele, pieno centro storico, sono state accese delle candele per ricordare il giovane. Messaggi d'addio, palloncini, ricordi, fiori e peluche. "Non avrebbe mai fatto male a una mosca" aveva raccontato all'indomani della tragedia un'amica di infanzia. "Simone era un ragazzo buono". Sorridente, solare, sempre allegro: così lo ricordano e lo piangono quanti insieme a lui sono cresciuti in città. 

simone stucchi vimercate-2

Le indagini

A Pessano con Bornago mercoledì sera erano presenti almeno una trentina di ragazzi. Un appuntamento nel cortile di un palazzo per un chiarimento. Una schermaglia iniziata sui social e che poi da virtuale si è fatta reale. Violenta. Bastoni, spranghe e sassi sono stati rinvenuti tra i cespugli a ridosso dei giardinetti. E anche un coltello che al momento non sembra però essere riconducibile all'arma con cui sarebbe stato ferito a morte il 22enne. 

Ora gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire la dinamica della sanguinosa aggressione e individuare il responsabile di quello che ormai si profila come un omicidio. I soccorsi sono giunti in via Monte Grappa insieme alle forze dell'ordine poco prima della mezzanotte. A chiamare il numero di emergenza e a chiedere aiuto oltre ai residenti sarebbero stati i ragazzi, che hanno dato l'allarme e provato a soccorrere l'amico ferito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Simo, manchi a tutti": striscioni e fiori per il 22enne ucciso nella rissa

MonzaToday è in caricamento