menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo del suicidio

Il luogo del suicidio

Agente di polizia penitenziaria si suicida,"È il 128esimo caso in quincidi anni"

La tragedia nella notte tra martedì e mercoledì 19 dicembre a Brugherio

Avrebbe impugnato la pistola di ordinanza, poi l'avrebbe rivolta alla tempia e avrebbe premuto il grilletto. Così è morta nella notte tra martedì e mercoledì 19 dicembre a Brugherio un capo ispettore di 41 anni della polizia penitenziaria del carcere di Monza. Un suicidio che purtroppo è solo l'ultimo di una lunga serie, dichiara Domenico Mastrulli, segretario nazionale del Coordinamento sindacale di polizia penitenziaria.

"Negli ultimi 15 anni — ha dichiarato Mastrulli in una nota — i decessi per suicidio si susseguono, i numeri fanno spavento (128) e abbiamo ragione di credere che le cause non siano da ricercare esclusivamente nella sfera privata di lavoratori sottoposti a turni massacranti in penitenziari affetti da sovraffollamento. Il sindacato autonomo da tempo sollecita provvedimenti e adeguate misure per tutelare l’equilibrio psicofisico del personale di polizia penitenziaria che lavora a contatto con i detenuti e in ambienti spesso molto ostili".

"Non vogliamo puntare il dito contro nessuno – conclude il segretario generale del Cosp – ma le disfunzioni organizzative, il carico di lavoro sommato allo stress e alla scarsa attenzione possono sicuramente concorrere a creare situazioni in cui resta il dubbio di una amministrazione disattenta ad un fenomeno sempre più grave".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    "Tesoro ritorna!" Una dichiarazione d'amore appesa sul palo della luce

  • Scuola

    Come sarà la maturità 2021? Tutte le risposte

  • social

    Festa del Gatto, dove adottare un felino a Monza

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento