Cronaca

Sfonda la ringhiera del ponte e poi si lancia nel vuoto da dieci metri di altezza: morto un uomo

Il corpo senza vita del 65enne è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco nella notte

Ha sfondato con l'auto la ringhiera del ponte di Canonica d'Adda e poi si è gettato nel fiume e ha cercato la morte. Il dramma si è consumato nella notte tra domenica e lunedì lungo il ponte che collega Canonica d'Adda a Vaprio d'Adda, alle porte della Brianza, nella bergamasca, poco dopo mezzanotte e mezza.

Alla guida di una Fiat Idea c'era G.M., operaio, 65 anni, residente a Ciserano (BG). L'uomo dopo lo schianto è sceso dall'auto e si è buttato nel fiume, cercando la morte con una salto nel vuoto di circa dieci metri.

Sul posto, lungo la strada statale 525 del Brembo, poco dopo il ponte di Canonica d'Adda, sono intervenuti i soccorsi con un'ambulanza e un'automedica in codice rosso insieme ai carabinieri della compagnia di Vimercate, al Soccorso Alpino e al nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco di Treviglio. Il corpo senza vita del 65enne è stato recuperato nelle acque a poca distanza dal ponte. 

Il suicidio è riconducibile alla crisi depressiva dell'uomo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda la ringhiera del ponte e poi si lancia nel vuoto da dieci metri di altezza: morto un uomo

MonzaToday è in caricamento