Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Cornate, impiegato 40enne si suicida nell'Adda

Il cadavere trovato lunedì nelle acque dell'Adda è di un impiegato quarantenne di Lomagna. Sembra che l'uomo soffrisse di depressione

Un tunnel buio che gli è apparso senza via d'uscita. Un male di vivere che non è riuscito a "curare". Ci sarebbe la depressione dietro l'estremo gesto di Gabriele De Zoppi, l'uomo di quarantuno anni trovato morto lunedì mattina a Cornate d'Adda nelle acque del fiume

L'uomo, un impiegato, era residente a Lomagna, comune del lecchese non lontano dal luogo della tragedia. 

I carabinieri confermano che sul corpo dell'uomo non è stato trovato alcun segno di violenza, il che inevitabilmente conferma che si è trattato di suicidio. Secondo quanto ricostruito dagli stessi inquirenti, sembra che la vittima soffrisse da tempo di depressione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cornate, impiegato 40enne si suicida nell'Adda

MonzaToday è in caricamento