Cernusco, si spara nel suo ufficio: morto ex assessore di Monza

Paolo Gargantini è stato trovato morto lunedì mattina, poco dopo le dieci, nell'ufficio della sua azienda. Il cadavere presentava una ferita di arma da fuoco. Si tratterebbe di suicidio

Paolo Gargantini (Foto da Facebook)

Dramma lunedì mattina in un’azienda di Cernusco sul Naviglio. Un uomo di cinquanta anni è stato trovato morto nel suo ufficio con una ferita da arma da fuoco. 

Dalle prime ricostruzioni, sembrerebbe che si tratti di un suicidio. Teatro della tragedia è stata l’azienda “San Marco”, che si trova al civico 32 di via Torriani. 

La vittima è Paolo Gargantini, ex assessore alle attività produttive del Comune di Monza dal 2007 al 2012 con la giunta di centrodestra.  Il cinquantenne si sarebbe sparato con una pistoal regolarmente detenuta. 

Il nome di Gargantini era comparso anche nelle carte dell’inchiesta “Briantenopea, insieme a quello di altri politici che sarebbero stati in contatto con il boss Giuseppe Esposito. L’ex imprenditore, che aveva sempre respinto le accuse, non era mai stato indagato. 

A spingerlo all’ultimo drammatico gesto potrebbero essere stati dei problemi finanziari di cui Gargantini non aveva parlato a nessuno. Ma al momento sul caso, i carabinieri tengono il massimo riserbo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento