Uomo arriva al San Gerardo senza una mano: i medici lo salvano e gliela riattaccano

L'uomo era rimasto ferito in seguito a un grave incidente sul lavoro nel bresciano

Il paziente e i medici

Era arrivato al San Gerardo di Monza in codice rosso, con l’elisoccorso e una mano amputata in seguito a un infortunio sul lavoro: la sua mano sinistra era rimasta schiacciata sotto il portello di un camion per la raccolta dei rifiuti, tranciandosi di netto. Era successo nella mattinata di lunedì 26 novembre a Bedizzole, nel Bresciano. Le sue condizioni erano disperate, ma i medici del nosocomio brianzolo sono riusciti a salvargli la vita e l'arto. Il fatto è stato reso noto dal San Gerardo con una nota.

L'uomo era arrivato al pronto soccorso con l'eslicocrso e mezz'ora dopo il suo arrivo era già in sala operatoria e sottoposto ad intervento chirurgico della durata di circa tre ore. Ad operare il Pietro Delle Femmine e. Daniele Tosi, medici dell’unità operativa di Chirurgia plastica e chirurgia della mano, diretta da Massimo Del Bene.

"L’intervento è andato bene – spiega Delle Femmine - la mano stamattina era ben vascolarizzata, sono stati ripristinati tutti i tessuti danneggiati. La prognosi è favorevole per un buon recupero della funzionalità della mano". 

"Interventi complessi, delicati e di successo come questi – aggiunge il direttore generale della Asst di Monza Matteo Stocco – portano il San Gerardo alla ribalta della cronaca, mettendo in luce i nostri professionisti che ogni giorno operano con competenza senza clamore. Grazie ai nostri chirurghi questo paziente potrà tornare ad una vita normale e al suo lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli ultimi due anni sono stati più di 800 i pazienti operati in urgenza dall’Unità operativa di Chirurgia plastica e chirurgia della mano. A livello regionale, l’unità si configura come centro di secondo livello di alta specializzazione per le urgenze della mano. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento