menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tallio, dimesso il marito della prima vittima del tallio: campionati oltre trenta cibi

Due trasferimenti in una clinica specializzata e due nuovi ricoveri

Due mesi di cure. Sarà dimesso venerdì pomeriggio Enrico Ronchi: il marito di Patrizia del Zotto, la prima vittima del tallio. Ronchi lascerà l’ospedale di Desio dopo due mesi di cure estenuanti.

Un lungo periodo nel quale giorno dopo giorno il suo corpo si è depurato dalle dosi record di tallio che aveva nel sangue. Le cure proseguiranno – ancora per molto tempo – invece per Laura, la sorella di Patrizia del Zotto, e per la badante. Entrambe sono state trasferite alla clinica Maugeri di Pavia, dove c’è un centro di alta specializzazione contro i veleni. Le indagini dei carabinieri proseguono in modo fittissimo.

Tra le novità, sono stati campionati 30 cibi anche nella casa di Domenico del Zotto, e altri ancora nella casa di via Padova, dove vivevano i suoceri di Domenico del Zotto, ricoverati solo nei giorni scorsi per problemi respiratori. Tra i numerosissimi cibi campionti ci sono il sale, il bicarbonato e il magnesio, ma anche il caffè. I carabinieri sono alla ricerca anche di possibili moventi che possano aver spinto qualcuno dei familiari a uccidere. Non ne esistono, secondo gli investigatori: nemmeno nell’asse ereditario. Tutto – case e soldi - era già suddiviso con cura

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento