Fa il furbo con la targa: il "990" diventa "000", denunciato

Denunciato un automobilista 39enne di Caronno Pertusella per falsità materiale commessa dal privato ed uso di atto falso.

La targa contraffatta

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, nella serata di venerdì hanno denunciato un automobilista 39enne di Caronno Pertusella per falsità materiale commessa dal privato ed uso di atto falso.

Secondo quanto riportato dalle forze dell'ordine, l’uomo veniva controllato, a Solaro, nell’ambito di un normale posto di controllo, a bordo della sua autovettura, una Peugeot 206, la cui targa conteneva la cifra 000.

Proseguendo nelle ordinarie verifiche i carabinieri si accorgevano che sulla carta di circolazione era riportata una cifra differente da quella rilevata sul paraurti del mezzo, infatti la cifra centrale, anziché “000” era “990”; inevitabile è stato l’ulteriore riscontro sul manufatto metallico che risultava ingegnosamente artefatto: l’automobilista aveva ben pensato di cambiare il numero “990” modificandolo in “000”, applicando nei segmenti centrali dei numeri 9 due spezzoni di carta bianca, ovvero annerendo con un pennarello nero indelebile il tratto mancante per ricongiungere i monconi rimasti.

Il tutto è costato all'automobilista una sonora denuncia per aver alterato la targa di circolazione del veicolo, a tutti gli effetti un atto pubblico, per averne fatto uso in quanto dotazione del proprio veicolo; sequestrate inoltre le targhe e fermato il veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento