Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Monza ricorda Peppino Impastato con una targa nei giardini pubblici

La cerimonia domenica 9 maggio, nella ricorrenza dell'uccisione del giornalista siciliano che combatteva contro la mafia

Una nuova targa dedicata a Peppino Impastato, il giornalista siciliano ucciso dalla mafia a Cinisi, in provincia di Palermo, ad appena trent'anni. Domenica 9 maggio alle 10.30 a Monza nei giardini di via Gallarana verrà scoperta la nuova targa dedicata a Peppino Impastato. 

Una data importante: era infatti il 9 maggio 1978 quando il giovane cronista, che si era anche candidato alle elezioni comunali di Cinisi nella lista Democrazia Proletaria, venne ucciso per mano della mafia. Impastato da sempre combatteva contro la malavita organizzata e non si era fatto intimorire dalle numerose minacce che aveva ricevuto, pagando con la sua vita la battaglia contro la delinquenza.

La cerimonia sarà anticipata dal saluto, direttamente da Cinisi, di Giovanni Impastato, fratello di Peppino.

La manifestazione - promossa nel pieno rispetto delle prescrizioni anti contagio - è stata organizzata dall'Osservatorio antimafie di Monza e Brianza, intitolato appunto al cronista siciliano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza ricorda Peppino Impastato con una targa nei giardini pubblici

MonzaToday è in caricamento