Taser, la Lega chiede che la pistola elettrica venga sperimentata anche a Monza

La pistola elettrica sarà sperimentata in 11 città italiane tra cui Milano

Un taser (foto Oliver Wiken/Ansa)

Taser anche a Monza. È la proposta della Lega che durante lo scorso consiglio comunale ha chiesto di includere anche il capoluogo brianzolo tra le 11 città scelte per la sperimentazione della pistola elettrica. Ad avanzare la proposta è stato Cesare Gariboldi che ha ribadito: "Si tratta di uno strumento utile che consente una risposta più efficace nei confronti della criminalità".

La pistola elettrica potrebbe arrivare presto nei comandi della polizia locale della Lombardia: l'assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato nei giorni ha fatto sapere: "Stiamo lavorando anche alla preparazione di un bando, che sarà pronto nel 2019, per dotare i vigili di spray al peperoncino e taser". Per il momento, comunque, il taser sarà testato in 11 città Italiane (Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi).

Che cos'è il taser

Si tratta di un'arma non letale che utilizza l’elettricità (una scarica ad alta tensione e bassa intensità di corrente) per far contrarre i muscoli di chi viene colpito. Tradotto? La persona su cui viene utilizzato il dispositivo viene immobilizzata totalmente.

Il funzionamento è semplice: quando viene azionato il taser proietta due piccoli dardi sulla vittima. Questi sono collegati tramite dei fili elettrici al resto del dispositivo che produce una scarica rilasciata in brevissimi impulsi. Per funzionare correttamente entrambi i dardi devono colpire il bersaglio ma non è necessario che attraversino i vestiti, inoltre è possibile toccare il soggetto colpito senza subire l'effetto del taser perché l'elettricità passa solo per il percorso più breve che unisce i due dardi.

Controversie

Nel 2007 l'Onu lo inserì nella lista degli strumenti di tortura. Non solo: secondo Amnesty International l'arma in pochi anni è stata responsabile di centinaia di morti nei soli Stati Uniti (più di 800 dal 2001), ma secondo altri studi le morti sarebbero state concausate dai problemi cardiologici di cui soffrivano i soggetti colpiti.

Il taser, anche se dichiarato non letale, potrebbe risultare particolarmente pericoloso per chi soffre di disturbi cardiaci o per chi si trova in un particolare stato di agitazione. In questi casi, infatti, la scarica potrebbe danneggiare il cuore e il sistema respiratorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento