rotate-mobile
Cronaca

Polizia locale di Monza sempre più "forte": arrivano i taser per gli agenti

Lo ha deciso il governo, la sperimentazione partirà nei prossimi mesi

Anche a Monza arriveranno i taser. L'arma ad impulsi elettrici sarà infatti in dotazione, in via sperimentale, alle Polizie locali di comuni con più di 100 mila abitanti, lo ha stabilito il decreto sicurezza varato dal governo. Non solo: grazie al decreto i vigili urbani impegnati in controlli stradali potranno anche accedere alle banche dati delle forze dell'ordine per verifiche dell'identità.

Soddisfatto l'assessore alla sicurezza di Monza Federico Arena: "Con l’arrivo dei giubbotti antiproiettile e antitaglio, dei caschi per i Tso e di tanto altro, abbiamo esteso di molto le dotazioni per i nostri agenti di Polizia Locale — ha scritto su Facebook —. Siamo partiti dallo zero assoluto della precedente amministrazione per arrivare ad un adeguato livello di dispositivi di sicurezza... ora, con l’approvazione del DL sicurezza, andremo dritti verso la sperimentazione del Taser"

Che cos'è il taser

Si tratta di un'arma non letale che utilizza l’elettricità (una scarica ad alta tensione e bassa intensità di corrente) per far contrarre i muscoli di chi viene colpito. Tradotto? La persona su cui viene utilizzato il dispositivo viene immobilizzata totalmente.

Il funzionamento è semplice: quando viene azionato il taser proietta due piccoli dardi sulla vittima. Questi sono collegati tramite dei fili elettrici al resto del dispositivo che produce una scarica rilasciata in brevissimi impulsi. Per funzionare correttamente entrambi i dardi devono colpire il bersaglio ma non è necessario che attraversino i vestiti, inoltre è possibile toccare il soggetto colpito senza subire l'effetto del taser perché l'elettricità passa solo per il percorso più breve che unisce i due dardi.

Controversie

Nel 2007 l'Onu lo inserì nella lista degli strumenti di tortura. Non solo: secondo Amnesty International l'arma in pochi anni avrebbe causato centinaia di morti neglii Stati Uniti (più di 800 dal 2001), ma secondo altri studi le morti sarebbero state concausate dai problemi cardiologici di cui soffrivano i soggetti colpiti.

Il taser, anche se dichiarato non letale, potrebbe risultare particolarmente pericoloso per chi soffre di disturbi cardiaci o per chi si trova in un particolare stato di agitazione. In questi casi, infatti, la scarica potrebbe danneggiare il cuore e il sistema respiratorio.

Taser in Italia

La sperimentazione del Taser in Italia è partita mercoledì 5 settembre 2018 quando le forze dell'ordine di 12 città, tra cui Milano, hanno infilato la pistola elettrica nel cinturone. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia locale di Monza sempre più "forte": arrivano i taser per gli agenti

MonzaToday è in caricamento