Cronaca

Tasso muore in strada: "Ucciso da chi l'ha investito e da chi non è uscito per soccorrerlo"

Una coppia di giovani si è fermata per soccorrere l'animale selvatico ferito agonizzante in strada e ha chiesto aiuto ma il telefono ha squillato a vuoto e nessuno si è attivato per recuperare l'animale

Un tasso investito e agonizzante in mezzo alla strada e il telefono che squilla a vuoto quando qualcuno tenta di chiamare i soccorsi. E l'animale che alla fine, muore. E' successo a Carate Brianza lunedì sera lungo la strada provinciale 6 quando due giovani - Daniele ed Erika - a bordo di un'auto hanno notato l'animale selvatico sul ciglio della strada, probabilmente ferito in seguito a un investimento da parte di un'auto sopraggiunta poco prima che non si è fermata. A occuparsi del tasso ci hanno provato i due ragazzi che hanno cercato di contattare un ente preposto per il recupero e la prima assistenza. Ma il telefono ha squillato a lungo a vuoto senza che nessuno potesse quindi prendere in carico la situazione. E nell'attesa l'animale è morto.

"Forse non ti avrebbero potuto salvare, o forse si. Ma questo non lo sapremo mai. E dobbiamo ringraziare, oltre a chi ti ha investito, le istituzioni, quelle “reperibili” che però non hanno mai risposto al telefono lasciandoti agonizzare e morire su quel tratto di asfalto" ha scritto il giovane sui social.

"Questa è la storia di un Tasso, una specie protetta che è stato investito da un automobilista questa notte sulla Sp6 a Carate Brianza e che non si è neanche fermato. Ci siamo fermati noi, vedendolo in mezzo alla strada ferito. Macchina in mezzo alla strada e luci di emergenza accese. Il piccolo, si fa per dire vista la stazza, era a terra che ancora respirava… apriva e chiudeva gli occhi. Abbiamo chiesto aiuto al 112. Gentile l’operatore dei Carabinieri di Seregno che ha tentato di contattare tutti gli enti preposti ma purtroppo senza nessuna risposta. Dopo un ora di tentativi fra reperibili di Polizia Provinciale, Servizio Veterinario Asl e Associazioni di protezioni animali ci siamo arresi. Nessuno ha risposto e Tasso ha respirato per l’ultima volta su quel pezzo di asfalto a centro carreggiata. Gli unici a fermarsi per chiedere se avevamo bisogno una mano vedendo l’auto di traverso sulla carreggiata un ambulanza della Croce Bianca Besana che abbiamo ringraziato e comunicato che avevamo chiamato il 112".

"Il Tasso è morto sotto i nostri occhi, probabilmente anche se soccorso sarebbe morto lo stesso ma non lo sapremo mai. Perché chi è pagato per una reperibilità del suo lavoro, di un suo compito ben preciso, per rispondere al telefono in caso di urgenza non lo ha fatto. E se fosse stato un animale selvatico che poteva mettere in pericolo automobilisti e persone? Bhe anche qui nessuna risposta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasso muore in strada: "Ucciso da chi l'ha investito e da chi non è uscito per soccorrerlo"

MonzaToday è in caricamento