Parte il "Grande Fratello" di Monza: multe automatiche ai furbi nella Ztl

E' iniziata l'installazione delle telecamere ai 10 ingressi carrai del centro storico in grado di sanzionare subito i veicoli non autorizzati. Costano 598mila euro ed entro ottobre saranno operative

MONZA – Multe automatiche per i furbi che entrano nella zona a traffico limitato. Entro la fine dell’estate, gli occhi della città saranno puntati contro i trasgressori che entrano nell’area del centro storico in auto senza autorizzazione.

E’ partita da alcuni giorni l’installazione delle telecamere per il controllo degli accessi carrai alla ztl del centro, un’operazione che permetterà di avere operativo entro ottobre anche a Monza un sistema automatico di lettura delle targhe e di sanzionamento dei veicoli non autorizzati al transito.

E’ dal 2009 che il Comune ha preparato il progetto per il controllo del traffico del centro città e per fare rispettare le regole di ingresso alla cerchia storica dove il transito dei veicoli a motore è consentito ai soli residenti con apposito pass, oltre a pochi altri autorizzati, e solo in precisi orari per le operazioni di carico e scarico merci da parte di furgoncini e fornitori degli esercizi commerciali.

Ma, nonostante il progetto siano stato sviluppato, abbia anche ottenuto un cofinanziamento da parte della Reagione e si sia arrivati alla gara d’appalto, tutto si è fermato per anni a seguito di un ricorso presentato da una delle imprese che non si è aggiudicata i lavori. Solo alla fine dello scorso aprile anche la grana giudiziaria è stata superata e adesso la ditta vincitrice dell’appalto ha potuto avviare i lavori di installazione dei nuovi portali di controllo della ztl.

E’ previsto che si realizzino 10 varchi agli accessi veicolari del centro delle vie Osio, Passerini, Zavattari, Zucchi (angolo via dei Mille), Frisi, De Amicis, Vittorio Emanuele (al ponte dei Leoni) Colombo (al ponte sul Lambretto) e largo IV Novembre. Tutti i nuovi occhi elettronici saranno poi collegati a una centrale operativa presso il comando della Polizia locale e saranno gestiti da un sistema di controllo non troppo diverso a quello usato a Milano per i varchi d’accesso all’”Area C”, in grado di leggere i numeri di targa dei veicoli e riconoscere automaticamente quelli autorizzati da quelli a cui inviare la multa. Si tratta di un progetto da 598 mila euro complessivi, di cui il 50% coperti da contributi regionali e fondi europei per lo sviluppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento