menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento degli agenti nel Lambro

L'intervento degli agenti nel Lambro

Si butta nel Lambro con un coltello per suicidarsi, tre agenti eroi gli salvano la vita

L'intervento sabato pomeriggio a Monza in pieno centro

Sabato pomeriggio, sotto gli occhi attoniti dei passanti, in centro Monza un uomo ha tentato il suicidio. Un cittadino pakistano di 33 anni, residente a Villasanta, in possesso di regolare permesso di soggiorno, completamente ubriaco, ha impugnato un coltello a serramanico e si è gettato nelle acque del Lambro all'altezza del Ponte dei Leoni in via Vittorio Emanuele. 

Immediatamente i cittadini spaventati hanno allertato le forze dell'ordine e sul posto songiunti i tre agenti della polizia locale Erika Sala, Marco Vescera e Monia Rango che si sono trovati a fronteggiare una situazione drammatica e a salvare la vita a un uomo. Mentre i passanti erano in preda all'ansia e urlavano per convincere l'uomo a uscire dall'acqua, il personale del comando di via Marsala non ha esitato e ha deciso di entrare nel Lambro per raggiungere l'uomo che chiedeva aiuto. 

GUARDA IL VIDEO | Agenti eroi salvano un uomo che minaccia il suicidio

lambro-3

Nonostante l'acqua arrivasse alla vita e la corrente, sotto la pioggia incessante, fosse forte, i tre agenti hanno raggiunto l'aspirante suicida e sono riusciti a disarmarlo. In preda a una furia violenta il 33enne ha cercato di divincolarsi e ha afferrato una corda di gomma che si trovava sulla riva del fiume e se l'è stretta al collo come un cappio. Sul posto sono accorsi anche i vigili del fuoco e i mezzi di emergenza del 118 che hanno prestato assistenza all'uomo. Il cittadino pakistano è stato fatto sdraiare su una lettiga e accompagnato in ospedale per le cure del caso. Anche qui ha proseguito ad avere atteggiamenti autolesionistici e ha tirato una testata contro un muro all'interno del nosocomio prima di essere sedato e ricoverato.

Oltre alla difficoltà dell'intervento in acqua gli agenti della polizia locale hanno anche dovuto fronteggiare i limiti delle barriere linguistiche perchè l'uomo non parlava italiano e faticava a farsi comprendere. Alla fine, grazie alla professionalità e al tempestivo intervento dei tre agenti, la vicenda ha avuto un epilogo diverso. 

agenti locale-2

(In foto gli agenti autori del salvataggio. In ordine da sinistra a destra: Erika Sala, agente scelto, Marco Vescera, Assistente, Monia Rango, agente scelto. Foto Daniele Bennati/MonzaToday)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento