Si punta coltello alla gola davanti alle figlie piccole

Un uomo di 58 anni è stato salvato dai carabinieri prima che potesse uccidersi tagliandosi la gola con un grosso coltello da cucina nel proprio appartamento a Seregno

L'uomo è stato salvato dai carabinieri

Un uomo di 58 anni è stato salvato dai carabinieri prima che potesse uccidersi tagliandosi la gola con un grosso coltello da cucina nel proprio appartamento a Seregno (Monza e Brianza) davanti alla moglie e alle tre figlie, due gemelle di 12 anni e una bimba di 6 disabile.

L'uomo ha detto che voleva uccidersi perché è disoccupato da tempo e si trova in una grave condizione di difficoltà economica.

A dare l'allarme attorno alle 12 è stato il vicino di casa che ha sentito delle urla ed è salito al piano per vedere cosa stesse accadendo: all'interno c'era l'uomo con il coltello da 19 centimetri puntato alla gola che gridava di volersi ammazzare.

I militari sono riusciti a bloccarlo e a riportarlo alla calma; successivamente è stato accompagnato all'ospedale Niguarda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento