Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Bernareggio

Il marito non c’è: entra in casa dell’amica incinta per violentarla

In carcere, come indiziato di delitto, è finito un cittadino srilankese di trentotto anni. Nella notte è entrato in casa di una sua amica incinta e ha cercato di immobilizzarla e violentarla. La donna, venticinque anni, è riuscita a mettersi in salvo

Ha aperto la porta con le chiavi che la stessa vittima, fidandosi di lui, gli aveva dato. Poi, ha staccato la corrente, per poter agire indisturbato. Quindi, è entrato nella stanza da letto e ha cercato di immobilizzarla per poter abusare di lei. 

Tentata violenza sessuale a Bernareggio nella notte tra domenica e lunedì, dove una venticinquenne srilankese, incinta, è stata aggredita da un connazionale, e amico, di trentotto anni, già finito in manette come “indiziato di delitto”. 

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Vimercate, l’uomo ha approfittato dell’assenza del marito della donna, anche lui suo amico, e ha cercato di mettere in atto il suo folle piano. E’ entrato in casa usando una copia delle chiavi e, dopo aver staccato il contatore dell’energia elettrica, si è presentato in camera da letto. Lì, ha preso per le braccia la sua vittima e ha cercato di costringerla ad avere un rapporto sessuale con lui. 

La venticinquenne, però, ha trovato la forza di reagire ed è riuscita a scappare e a rifugiarsi da alcuni vicini di casa. Soccorsa, è stata trasportata all’ospedale di Vimercate, dove è stata refertata con cinque giorni di prognosi per “contusioni varie” riconducibili al tentativo dell’uomo di immobilizzarla. 

L’operaio trentottenne, invece, è stato rintracciato dopo alcune ore di ricerca ed è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Ora si trova nel carcere di Monza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il marito non c’è: entra in casa dell’amica incinta per violentarla

MonzaToday è in caricamento