Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Cesano Maderno

Tentano di uccidere un uomo, padre e figli nei guai

Venerdì i carabinieri della compagnia di Desio hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per un 65enne di origine campana e i suoi due figli con l'accusa di tentato omicidio

Tentato omicidio. Con questa accusa un uomo di 65 anni, italiano, pluripregiudicato, è finito in manette a Cesano Maderno insieme ai suoi due figli per aver ferito gravemente un tunisino in strada al termine di una lite.

L'episodio risale all'8 marzo quando intorno alle 19 in via Friuli i carabinieri del comando di Desio sono intervenuti in seguito a una chiamata d'emergenza per un uomo ferito. Vittima dell'aggressione è stato un tunisino di 48 anni colpito alla schiena da numerose coltellate e bottigliate in testa. A causa delle ferite la vittima è stata trasportata al San Gerardo e ricoverata in prognosi riservata.

Immediatamente sono scattate le indagini degli inquirenti per risalire ai responsabili dell'accaduto che venerdì hanno portato all'esecuzione di tre ordinanze di custodia cautelare in carcere per tentato omicidio emesse dal gip del Tribunale di Monza nei confronti di un 65enne residente in paese e dei suoi due figli. 

Secondo la prima ricostruzione la violenza sarebbe scoppiata al termine di una lite avvenuta in via Friuli che aveva visto il tunisino impegnato in un alterco con altre tre persone. Alla loro identità i carabinieri sono risaliti grazie al ritrovamento della Panda utilizzata per la fuga dopo l'accaduto dai responsabili e abbandonata nella vicina via Lucania. Dagli accertamenti sul mezzo i militari sono riusciti a rintracciare il proprietario: l'auto era intestata al pregiudicato 65enne di origine campane.

All'origine dell'aggressione, sfociata in un tentato omicidio, ci sarebbero delle questioni irrisolte legate a motivi economici: pare che il 65enne, titolare insieme ai figli di un'attività di vendita di prodotti campani, avesse incaricato il tunisino di procacciargli clienti ma non sarebbe stato trovato un accordo sulle percentuali di vendita che il tunisino avrebbe dovuto intascare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di uccidere un uomo, padre e figli nei guai

MonzaToday è in caricamento