Cronaca Seregno

Tenta di strangolare la ex moglie: in manette guardia giurata

Non si rassegnava all'idea della fine del loro rapporto ed era accecato dalla gelosia

Forse non voleva ucciderla ma la gelosia, dopo che ha iniziato a picchiarla, gli ha fatto perdere il controllo e la donna si è salvata per miracolo.

Un’altra triste storia che parla di violenza e che ha come teatro la Brianza.

I fatti sono accaduti a Seregno, in via Carlini, dove mercoledì pomeriggio un uomo di 40 anni si è recato nell’appartamento dell’ex moglie per recuperare degli effetti personali tra cui una cassetta degli attrezzi.

I due hanno cominciato a litigare e qualcosa nella mente della guardia giurata deve essere scattato: l’uomo non si rassegnava all’idea della separazione dalla madre della sua bambina piccola e ha tentato di ucciderla.

La piccola al momento dell'aggresione era all'asilo e non ha assistito alla scena.

Prima l’ha colpita con calci e pugni poi l’ha ferita con un cacciavite e, messosi dei sacchetti di plastica ai piedi per non lasciare tracce del suo passaggio in quella casa, ha tentato di strangolarla.

La donna per fortuna è riuscita a divincolarsi ed è fuggita in giardino dove ha trovato l’aiuto dei vicini.

L'immediato intervento dei soccorsi l'ha trasportata in codice rosso all'ospedale San Gerardo dove si trova sotto osservazione per le fratture al naso, all'avambraccio e sul resto del corpo. 

L’uomo è stato arrestato per tentato omicidio: i carabinieri lo hanno rintracciato nei pressi della sua abitazione in viale Fulvio Testi a Milano intorno alle 22 grazie al segnale del suo telefono cellulare.

Non c'è ancora nessuna traccia del cacciavite con cui ha ferito la donna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di strangolare la ex moglie: in manette guardia giurata

MonzaToday è in caricamento