Terremoto nel centro Italia, morti e feriti: anche da Monza in arrivo i soccorsi

Dopo le due scosse di magnitudo 6.0 della notte, mercoledì mattina anche dalla Lombardia sono partiti uomini e mezzi alla volta delle terre colpite dal sisma

Amatrice distrutta dal terremoto (FOTO ANSA)

Edifici crollati, interi paesi devastati, feriti ancora sotto le macerie e un bilancio dei morti, ancora provvisorio, che conta già almeno settanta vittime. La terra ha tremato alle 3.36 della notte: la fortissima scossa di terremoto è stata avvertita distintamente in tutto il Centro Italia tra Lazio, Marche e Umbria. I danni più gravi si sono registrati ad Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto.

Dopo la prima, drammatica, scossa di magnitudo 6.0, ci sono state oltre ottanta scosse sopra magnitudo 2.0 che si sono succedute e hanno terrorizzato gli abitanti e i turisti che si trovavano in quelle zone. La macchina dei soccorsi si è mobilitata immediatamente e da ore nei centri colpiti dal sisma si cerca di estrarre dalle macerie i feriti e i dispersi.

Anche da Monza e dalla Lombardia sono stati inviati mezzi e uomini per l'emergenza: i vigili del fuoco del distaccamento del capoluogo brianzolo all'alba di mercoledì sono partiti alla volta delle terre colpite dal sisma con una squadra di intervento e, nelle prossime ore, altro personale potrebbe raggiungere le città devastate dal terremoto. Da Milano si sono messi in strada dieci mezzi di soccorso con due sezioni operative, un modulo logistico da campo con tende e macchine per la movimentazione della terra insieme a una ventina di uomini.

VIDEO | La partenza dei soccorsi

vv-2

Intanto la Centrale di Coordinamento nazionale della Protezione Civile ha chiesto all'Azienda Regionale Emergenza e Urgenza della Lombardia l'invio delle unità cinofile da impiegare tra le macerie per la ricerca persone. E' in partenza in questi istanti anche l'elicottero di Milano con a bordo due unità e l'equipe sanitaria. 

"Il Servizio Nazionale della Protezione Civile è completamente attivato, con i soccorsi provenienti da fuori regione, tra cui diverse sezioni del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che vengono fatti convergere presso la Scuola Interforze della Difesa di Rieti" rende noto un comunicato della Protezione Civile e della Presidenza dei Ministri. "Al momento si registrano ancora criticità per i soccorsi a raggiungere alcune località, un reparto del Genio militare è mobilitato da Roma per la rimozione delle macerie. Difficoltà anche nei collegamenti radio e satellitari, che rendono più difficoltose le operazioni. Elicotteri sono in volo sia per i soccorsi sia per avere un rilievo dall’alto della situazione che consenta di avere una panoramica ampia degli effetti. Squadre cinofile per la ricerca dei dispersi stanno, poi, arrivando da tutta Italia". 

Per fronteggiare l'emergenza l’Avis di Rieti ha già fatto sapere che urge sangue, di tutti i gruppi. È possibile donarlo dalle 8 alle 11, all’ospedale de Lellis di Rieti portando con sé un documento di identità e codice fiscale. Palazzo Chigi ha comunicato i numeri del contact center della protezione civile che sono 800840840 e 803555.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TODAY.IT

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento