Terremoto, l'Avis monitora l'emergenza "sangue": cosa fare a Monza e in Brianza

"Anche a Monza siamo al di sotto delle scorte, ma se andate a donare e ci sono scorte sufficienti, il piano sangue nazionale prevede un meccanismo di compensazione per aiutare le zone più critiche"

I soccorsi a Pescara del Tronto / Anconatoday

Non bisogna aspettare che le scorte finiscano per andare a donare il sangue e fare un piccolo gesto che può salvare una vita. "Il sangue serve sempre" ribadiscono anche dall'Avis di Monza e Brianza da dove hanno colto l'occasione per spiegare come poter essere utili in quest'emergenza così come tutti i giorni dell'anno.

In seguito al terremoto che ha colpito le popolazioni del centro Italia, devastando interi paesi tra Lazio, Umbria e Marche, l'Avis Nazionale sta monitorando la situazione per gestire al meglio le necessità di approvvigionamento delle scorte per le persone ferite colpite dal sisma. "Invitiamo i donatori periodici delle regioni interessate dal sisma a prendere contatto con le proprie sedi per verificare le necessità trasfusionali. Ai donatori abituali e agli altri cittadini che ci stanno chiamando da altre regioni ricordiamo l'importanza di essere donatori non solo nelle emergenze e di programmare con la propria sede la donazione" fanno sapere dall'Avis Nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa possono fare i donatori di Monza e della Brianza? A spiegarlo ci ha pensato direttamente l'Avis monzese attraverso una comunicazione sui propri canali social: "Nel rispetto delle abituali regole (intervallo di donazione, sospensione per vari motivi etc...) prenotate la vostra donazione, telefonando in sede o con prenotazione on line sul sito. Anche a Monza siamo al di sotto delle scorte, ma se andate a donare e ci sono scorte sufficienti, il piano sangue nazionale prevede un meccanismo di compensazione per aiutare le zone più critiche. In conclusione: andate a donare . . . il sangue serve sempre!". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento