menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli della polizia locale in stazione

Controlli della polizia locale in stazione

Palpeggia e molesta due ragazze in stazione davanti ai passanti: arrestato

In manette, con l'accusa di violenza sessuale, un 24enne di origini marocchine cittadino italiano. Lo stesso che a novembre aveva seminato il panico armato di spranga

A novembre aveva impugnato una spranga e, dopo aver devastato le vetrate della stazione, completamente ubriaco, aveva seminato il panico tra i passanti. Giovedì pomeriggio invece sempre lo stesso 24enne, un cittadino italiano di origini marocchine residente a Barzago, è tornato a dare spettacolo a Monza.

A torso nudo, con i pantaloni slacciati ha rincorso due ragazze nei giardinetti di fronte alla stazione e le ha palpeggiate nelle parti intime e molestate. In pieno giorno, sotto gli occhi attoniti dei passanti.

A fermare l'uomo e arrestarlo ci hanno pensato gli agenti della polizia locale che intorno alle 15, mentre erano impegnati in un giro di controllo dell'area, hanno assistito alla scena. La pattuglia si è accorta delle grida di una ragazza che chiedeva aiuto, braccata dal giovane. 

Il personale del comando di via Marsala ha cercato di inseguire il 24enne che ha impugnato una bottiglia di vetro rotta e ha mostrato l'intenzione di scagliarla contro gli agenti. Durante la colluttazione il giovane ha anche cercato di estrarre dal fodero la pistola d'ordinanza di uno degli agenti e di strangolarlo mettendogli le mani al collo. L'intervento si è concluso con l'arresto per violenza sessuale del ragazzo che ha anche minacciato il personale in divisa. "Tanto vi conosco, prendo una pistola e vi sparo" ha detto.

Mentre la polizia locale si occupava del molestatore la giovane vittima si è allontanata, terrorizzata. La ragazza però giovedì pomeriggio non è stata l'unica ad essersi imbattura nell'uomo perchè anche una ventenne residente a Bettola, poco prima, era stata avvicinata e palpeggiata alle gambe e nelle parti intime dal 24enne. Gli agenti hanno raccolto la sua testimonianza e la ragazza ha sporto denuncia.

Per S.A. le manette sono scattate con l'accusa di violenza sessuale, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni: i due agenti che l'hanno fermato, un uomo e una donna, sono finiti in ospedale con tre giorni di prognosi. 

LEGGI: IN STAZIONE CON LA SPRANGA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento