rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
schiamazzi / Libertà / Via Bergamo

Tornei notturni di calcio: ma dalle finestre piovono insulti

Sono esasperati i residenti della via di Monza trasformata in stadio

Di giorno fa troppo caldo per mettersi a giocare. Così che per i giovani amanti del pallone la passione si scatena di notte. Con buona pace dei residenti svegliati da pallonate contro i cancelli e contro le saracinesche dei negozi. 

Notti in bianco a Monza in via Bergamo dove i gruppi di ragazzi continuano a trasformare in un incubo il sonno di chi vive nella strada della movida. "Dopo gli schiamazzi fino all'alba, dopo gli atti vandalici, la sporcizia che lasciano ovunque adesso è arrivato il momento dei tornei notturni - spiega un residente che ha inviato la segnalazione alla redazione di MonzaToday -. Noi non sappiamo più che cosa fare".

La partita di calcio nel borgo della movida si è disputata intorno alle 2 di notte di lunedì 20 giugno. "I ragazzi hanno iniziato a giocare a pallone in strada - prosegue il residente -. Forse a causa di qualche bicchiere di troppo i passaggi non erano fatti neppure a regola d'arte. Hanno iniziato a gridare e poi pallonate continue contro portoni e saracinesche". Impossibile riposare, e allora il residente si è affacciato alla finestra invitando i ragazzi a smettere.

"Mi hanno ignorato, hanno continuato a far baccano - aggiunge -. Inutile anche il tentativo di chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. Le pattuglie erano impegnate e i ragazzi hanno continuato a giocare. Noi non ce la facciamo più. Non possiamo passare un'estate così".

Il problema in via Bergamo, secondo quanto raccontano i residenti, non è legato alla movida e ai locali aperti. Ma a quello che succede (ormai tutti i giorni) quando i gestori abbassano le saracinesche. "Prima il delirio era sono nel weekend, adesso tutta la settimana - conclude -. Questi ragazzi, che hanno un'età media di vent'anni, stanno in strada fino all'alba spesso organizzando serate alcoliche con birre e superalcolici che si portano direttamente da casa. Servono maggiori controlli e passaggi, non solo quando i cittadini chiamano il 112, ma durante la serata per disincentivare la presenza di questi gruppi".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornei notturni di calcio: ma dalle finestre piovono insulti

MonzaToday è in caricamento