Lazzate, tromba d'aria sulla cittadina: scoperchiato il tetto della scuola elementare

Nella mattinata di venerdì. Decine le chiamate alla centrale operativa dei vigili del fuoco

Forti raffiche di vento e pioggia battente. Il maltempo venerdì mattina ha provocato gravi danni a Lazzate dove intorno a mezzogiorno si è abbattuta anche una tromba d'aria.

I vigili del fuoco e le forze dell'ordine sono intervenute in via Trento e Trieste presso la scuola elementare dove il vento ha causato danni al tetto. A tranquillizzare i genitori in apprensione per i propri figli ci ha pensato il sindaco del comune brianzolo, Loredana Pizzi, con un messaggio condiviso sui social. "Carissimi genitori, desideriamo tranquilizzarvi: una tromba d’aria ha provocato alcuni danni alla scuola primaria. Nessun problema tra i bambini né tra il personale. Vi preghiamo di collaborare all'uscita ordinata dei bambini che avverrà dalla palestra all’orario stabilito. Stiamo facendo il possibile" si legge nel messaggio cofirmato dal primo cittadino Pizzi e dalla dirigente scolastica Elena Salamone.

Oltre ai danni all'edificio che ospita i locali della scuola primaria, sono stati numerosi i disagi causati dal maltempo in città con tegole cadute, pali abbattuti, alberi caduti e rami pericolanti. Nella mattinata di venerdì oltre quaranta le chiamate di emergenza al centralino della centrale operativa dei vigili del fuoco del comando di Monza e Brianza. Insieme a Lazzate - dove si sono registrati i danni maggiori - sono state interessate dalla violenta ondata di maltempo anche Lentate sul Seveso, Misinto e altri comuni nei dintorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento