Torna a casa Elena, la ragazzina scomparsa da Pioltello: si era allontanata con il fidanzato

La 14enne è stata convinta a tornare a casa dal comandante della stazione dei carabinieri di Mortara

La ragazzina

Elena, la 14enne scomparsa a Pioltello dallo scorso 14 gennaio, è tornata a casa dai suoi genitori. Ad annunciarlo sono i carabinieri della stazione di Mortara, nel Pavese, il cui comandante nel pomeriggio del 26 febbraio è riuscito a convincere la ragazzina a presentarsi in caserma. La giovanissima ha ammesso di essersi allontanata volontariamente per stare con il fidanzato 19enne, che aveva conosciuto sui social e che era all'oscuro della sua età.

Elena, convinta a tornare da mamma e papà

Dopo diversi accertamenti per rintracciare la 14enne, martedì il comandante dei carabinieri di Mortara è riuscito a parlare con la ragazzina al telefono e a persuaderla a presentarsi in caserma insieme al suo fidanzato. Davanti ai militari la giovane ha ammesso di essersi allontanata volontariamente per motivi sentimentali.

La 'fuga d'amore'

In particolare, la minorenne e il suo ragazzo hanno affermato di essere molto innamorati e di essere fuggiti insieme per paura che la loro relazione potesse essere ostacolata dalle rispettive famiglie. Da oltre un mese i due, come da loro raccontato, si erano nascosti in ospedali, stazioni ferroviarie, sottopassaggi e case abbandonate delle province di Pavia, Alessandria e Genova, mangiando il cibo comprato al supermercato.

Il lieto fine

Dopo aver sentito i giovani, il comandante della stazione ha convocato le famiglie di entrambi ed è riuscito a riappacificare le parti, per poi riaffidare la 14enne ai suoi genitori. La vicenda era stata divulgata dalla trasmissione 'Chi l'ha visto', che si era occupata del caso anche per via dei timori iniziali dei genitori della minorenne, che temevano fosse stata rapita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La madre della ragazzina infatti aveva anche ricevuto una telefonota di un uomo, che le aveva detto, riferendosi alla figlia: "Lei è roba nostra, scordati di lei". Per Elena si era mobilitata anche la cittadina di Pioltello, che con una fiaccolata aveva manifestato solidarietà alla famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento