Cronaca Seregno

Recuperato il cadavere di Luigi, il sub brianzolo morto al lago a Lecco

Il corpo del sub di Seregno è stato ritrovato nella tarda serata di martedì. E' ancora mistero, però, sulle cause della morte

Il mistero è finito. Le ricerche si sono chiuse drammaticamente, come era prevedibile. 

Dopo due giorni di ricerche da parte dei soccorritori, sono stati alcuni "colleghi" sommozzatori a ritrovare il corpo di Luigi Tonoli, il sub cinquantacinquenne di Seregno morto nelle acque del lago in località Moregallo, a Mandello, nel Lecchese.

Nella serata di martedì, alcuni appassionati si sono dati appuntamento nelle stesse acque che hanno inghiottito il brianzolo per un'immersione in notturna e sul fondo del lago hanno ritrovato il corpo.

I sub sono quindi riusciti a recuperarlo e a portarlo a riva. Lì hanno allertato il 112: sul posto sono quindi tornati vigili del fuoco e carabinieri ed è giunto anche l'anatomopatologo Paolo Tricomi, incaricato dalla Procura di compiere i primi accertamenti sulla salma. Il corpo è stato trovato con indosso l'equipaggiamento da sub, che è stato preso in consegna dai carabinieri per ulteriori accertamenti.

La mattina di lunedì, Luigi Tonoli, sommozzatore esperto, si era recato al Moregallo per un'immersione in solitaria, ma, per cause ancora sconosciute, non era più riemerso.

A dare l'allarme era stata la famiglia, che non lo aveva visto tornare all'ora di pranzo. Il corpo era stato localizzato a circa venti metri di profondità, ma le operazioni di recupero, condotte da vigili del fuoco, Croce rossa e carabinieri, non avevano dato alcun esito. Almeno fino a martedì sera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperato il cadavere di Luigi, il sub brianzolo morto al lago a Lecco

MonzaToday è in caricamento