Partito ieri il cantiere della Tangenziale Est Esterna

L'autostrada collegherà Agrate a Melegnano. La cerimonia a Trucazzano alla presenza delle autorità. Previsto un volume di traffico di 75.000 veicoli al giorno. Le critiche degli ambientalisti

Il progetto della Tem in Brianza

AGRATE - Il 'countdown' per l'avvio dei lavori della Tangenziale Est Esterna di Milano è stato scandito oggi pomeriggio dal cantiere di Truccazzano (Milano), in diretta con Palazzo Isimbardi, sede della Provincia, dove seguivano il conto alla rovescia da un mega schermo, tra gli altri, l'ad Antonio Marano, il Ministro allo Sviluppo Economico Corrado Passera, i presidenti delle Province di Milano Guido Podestà, di Monza e Brianza Dario Allevi e di Lodi Pietro Foroni e il presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni.

LAVORO - La realizzazione di Teem (32 chilometri da Agrate Brianza a Melegnano, due miliardi di euro di investimenti) garantirà, assicurano dalla Concessionaria Tangenziale Esterna spa, prospettive di lavoro (18.000 nuovi posti nelle costruzioni e 10.000 negli altri settori) e di crescita (contributo dello 0,3% alla formazione del Pil italiano, dell'1,4% a quella del Pil lombardo e del 2,8% a quella del Pil milanese). Il cronoprogramma per il completamento dell'intera infrastruttura entro il 2015 è stabilito in 1.054 giorni (569 giorni limitatamente al cosiddetto 'Arco Teem', parte centrale della nuova tangenziale che unisce Cassanese e Rivoltana, pronto quindi nel 2013 e a cui si collegherà la Brebemi).

I SOCI - I lavori saranno realizzati dal Contraente Generale. Si tratta del Consorzio (CCT) formato dai Soci costruttori della Concessionaria (Impregilo 34%, Pizzarotti 23%, Coopsette 11%, Unieco 10,7%, Cmb 10,7%, Cmc 8,5%, Itinera 1% e Pavimental 1%).

PASSERA - Al convegno a Palazzo Isimbardi è stato sottolineato come Teem sia"un'opera di importanza strategica", ha detto Formigoni, che ha assicurato che "manterremo gli impegni anche attraverso un monitoraggio quotidiano e costante". Il presidente regionale lombardo ha spiegato che la nuova opera potrà assorbire oltre 75 mila veicoli giornalieri, di cui 35 mila dal traffico locale, risparmiando 8 milioni di ore l'anno di viaggio e 40 milioni di euro l'anno di carburante."E' uno dei pezzi importanti di un sistema di infrastrutture che si sono messe in moto", è stato il commento del ministro Passera, sottolineando come l'infrastruttura "metterà a posto tutta la circolazione intorno a Milano". "Proiettandoci nei prossimi tre anni noi avremo ultimato Pedemontana, Brebemi, e Teem e le altre arterie di completamento - ha aggiunto Podestà - Sarà l'occasione per far crescere le nostre imprese e creare maggiore occupazione, tutti strumenti necessari al rilancio della crescita economica del nostro Paese".

AMBIENTALISTI - Ma non mancano le critiche. Nei giorni scorsi i comitati ambientalisti hanno protestato contro l'autostrada. La Lombardia, questa la critica, è già tra le regioni più inquinate al mondo: non ha senso investire nel trasporto su gomma senza migliorare quello su ferro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento