Falsi tecnici del gas truffano anziana a Lissone

I malviventi sono fuggiti via con una parte della pensione della donna e gioielli

Una donna di 79 anni a Lissone è stata truffata da falsi tecnici dell’acqua. Aria professionale, pettorina arancione, gli impostori sono riusciti a farsi aprire la porta dalla donna, che vive da sola in un appartamento in via Tito Speri.

Sostenendo che era necessario controllare l’impianto dell’acqua, i falsi tecnici hanno convinto la pensionata a riporre oro e soldi in frigorifero. Quando l’anziana si è distratta, i malviventi sono fuggiti con 300 euro in contanti – una parte della pensione - e alcuni monili in oro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento