Truffe telefoniche, l'ennesimo caso a Monza

Una telefonata da un fantomatico avvocato che chiede soldi a un'anziana per aiutare una delle sue figlie che si trova dai carabinieri in difficoltà a causa di un incidente: la figlia della vittima ha deciso di rendere noto l'accaduto per evitare che l'episodio si ripeta

Una telefonata, un finto avvocato dall'altro capo della cornetta che chiede soldi per aiutare la figlia in difficoltà con i carabinieri a causa di un incidente.

Un copione già sentito tante volte che, purtroppo, quasi sempre funziona perchè a prevalere di fronte al nome della propria figlia in difficoltà (quasi sempre quello giusto tra l'altro) non è la razionalità ma la paura.

Perchè questi episodi possano non ripetersi più una donna ha deciso di pubblicare sui social, attraverso la pagina Facebook "Sei di Monza Se..." un appello per mettere in guardia chiunque possa essere la prossima vittima di questa triste truffa.

"È appena successo in questo momento a mia mamma, sono andata da lei ed era in lacrime" esordisce il post. 

La donna riferisce che alla anziana madre è arrivata una telefonata da parte di un uomo che si spacciava per un avvocato che chiedeva una somma di denaro per aiutare una delle quattro figlie della donna che aveva avuto un incidente ed era "nei guai" dai carabinieri. Quando la signora domanda di quale delle sue figlie si tratti, il fantomatico avvocato ha la risposta pronta e fornisce l'esatto nome di una delle sorelle della donna autrice del post. Sulla veridicità della situazione non ci sarebbero dubbi ma la signora non cede alle richieste e chiede di avere un numero telefonico da richiamare per mettersi nuovamente in contatto con l'avvocato attraverso il cognato.

Quando questo prova a ricontattare l'uomo si trova a digitare un numero inesistente e, per fortuna, la figlia spacciata come vittima in difficoltà si trovava tranquillamente in ufficio.

Purtroppo questo lieto fine non coinvolge tutti i tentativi di truffa e molte vanno a buon fine: diversi mesi fa proprio a Monza si erano tenuti una serie di incontri organizzati con la collaborazione delle forze dell'ordine e del comune di Monza per mettere in guardia la cittadinanza, soprattutto le fasce più deboli, su tutte le più comuni strategie messe in scena da questi malintenzionati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento