Mercante d'arte truffato a Monza, rubati due quadri per un valore di 27 milioni di euro

Il raggiro riguarda un Rembrandt e un Renoir. I truffatori hanno affittato un elegante studio all'interno dello stabile che ai piani superiori ospita il Consolato Albanese, millantando conoscenze altolocate

IMMAGINE DI REPERTORIO

Una truffa milionaria architettata da due sedicenti facoltosi uomini d'affari e due quadri rubati, un Rembrandt e un Renoir. 

Vittima del raggiro avvenuto a Monza la scorsa settimana è stato un mercante d'arte italiano ma residente all'estero che si è visto rubare davanti agli occhi due preziosi quadri da parte di finti uomini d'affari ebrei. Il furto e la truffa sono stati denunciati ai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza che ora indagano sull'accaduto.

Secondo quanto ricostruito, dopo diversi contatti preliminari la scorsa settimana il mercante d'arte si sarebbe presentato con le due preziose opere a Monza, in uno studio preso in affitto dai finti compratori per concludere l'affare. I locali dove i due hanno dato appuntamento al venditore si trovavano all'interno della villa che a Monza ospita la sede del Consolato Albanese. Nonostante l'estraneità totale alla vicenda dell'ufficio diplomatico, i due truffatori hanno fatto credere all'uomo, scegliendo proprio quella sede, di avere agganci e conoscenze altolocate così da rassicurare il mercante in merito alla trattativa. Tanto da non metterlo in allarme nemmeno quando i due, con una banale scusa, si sono allontanati dalla stanza. E non sono più tornati, facendo sparire insieme a loro anche i quadri.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due dipinti, un Rembrandt e un Renoir, hanno valore pari a 27 milioni di euro. Sono in corso le indagini dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Monza per rintracciare i responsabili dell'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento