Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Carate Brianza

Il rumore contro l'auto e la chiamata al 112, carabinieri fermano truffatore

La tecnica della truffa dello specchietto e un 24enne denunciato a Carate Brianza

Quando ha sentito un rumore sordo contro la portiera della sua auto, mentre guidava in direzione ospedale, ha subito capito che qualcosa non tornava. E davanti alla richiesta di accostare e fermarsi di una Bmw che sopragiungeva, facendogli i fari, ha tergiversato. Poi ha alzato il telefono e ha dato l'allarme al 112 permettendo ai carabinieri di giungere in pochi istanti e rintracciare il veicolo con a bordo un giovane che è stato così denunciato.

La segnalazione e l'intervento in pochi istanti

I fatti risalgono a lunedì mattina quando un impiegato brianzolo di 54 anni, mentre era al volante della propria utilitaria in direzione dell’ospedale di Desio per sottoporsi a un tampone anticovid, ha sentito sulla portiera della propria utilitaria. La vittima, sicuro di non aver urtato nessuno, ha proseguito lungo la strada e, ancora prima di fermarsi per verificare eventuali danni, ha notato una Bmw sopraggiungere a forte velocità facendogli “i fari”.

Il 54enne ha cpito subito che si poteva trattare di un tentativo di truffa e ha cercato di guadagnare tempo allertando il 112. Ricevuta la segnalazione, una gazzella del Nucleo Operativo e Radiomobile, è arrivata immediatamente nella zona segnalata, fermando l’auto sospetta. All'interbo della Bmw con al volante un ragazzo di 24 anni, di Cattolica, gli “attrezzi del mestiere” usati per segnare la fiancata del veicolo della vittima per rendere credibile la messa in scena: due stick di colla a caldo di colore nero, risultato essere lo stesso colore dell’utilitaria del malcapitato.Per il 24enne è scattata così una denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rumore contro l'auto e la chiamata al 112, carabinieri fermano truffatore

MonzaToday è in caricamento