Cronaca

Truffa dello specchietto sotto gli occhi dei carabinieri: una denuncia

Una pattuglia in transito a Triuggio ha notato a bordo strada un uomo e una donna discutere accanto alle proprie auto e ha deciso di fermarsi. Sventata tentata truffa. Un ventenne denunciato

Erano nel posto giusto al momento giusto e hanno evitato che l'ennesima truffa venisse portata a termine con l'ormai consumato trucco dello "specchietto rotto".

I carabinieri dell'aliquota radiomobile di Monza martedì mattina durante un giro di controllo a Triuggio hanno notato in via Volturno due vetture in sosta a bordo strada e un uomo e una donna davanti ai mezzi intenti a discutere.

I militari hanno deciso di fermarsi e controllare quanto stava accadendo. Di fronte alle domande dei carabinieri il ragazzo ha tentato di minimizzare, dicendo che per lui non era accaduto nulla e ognuno avrebbe potuto riprendere la propria strada. Mentre parlava si avvicinava alla macchina ed era già pronto per salire e andare via.

Dalla sua versione discordava però quella riportata dalla donna che ha affermato invece che il giovane poco prima l'avesse fermata mentre percorreva il tratto, facendole dei segni con la mano per farla accostare. Una volta scesa dal mezzo poi l'uomo le avrebbe contestato un danno provocato al suo specchietto, chiedendo un rimborso di 160 euro per provvedere alla riparazione.

Quando i carabinieri hanno capito che sotto i loro occhi si stava consumando un tentativo di truffa hanno proceduto con degli accertamenti che hanno portato alla luce che il giovane non era estraneo a simili "affari".

Così D.B., 20 originario di Noto, con alle spalle precedenti di polizia per reati analoghi, è stato denunciato per tentata truffa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dello specchietto sotto gli occhi dei carabinieri: una denuncia

MonzaToday è in caricamento