Anziani raggirati da un malvivente con la truffa dello specchietto: indagano i carabinieri

È successo nei giorni scorsi, nella trappole del truffatore due anziani di Lissone e Desio

Immagine repertorio

Torna l’incubo della truffa dello specchietto. Due pensionati di 84 e 76 anni ci sono cascati nei giorni scorsi a Lissone e a Desio.

A Lissone alle 12.30 di domenica un uomo, al volante di una Skoda bianca, si è avvicinato al pensionato di 84 anni. “Guardi cosa ha fatto alla mia auto: un bel danno”. L’automobilista sosteneva di aver diritto a un risarcimento di 2.000 euro. Alla fine, si sono accordati per 100 euro.

A Desio, il 76enne è stato avvicinato con una tecnica quasi identica. Un botto, e poi l’inseguimento del malcapitato, e il tentativo di far credere di aver danneggiato la vettura. Il truffatore pretendeva 1800 euro di risarcimento. Alla fine, i due si sono accordati per 500 euro, purtroppo pagati.

I carabinieri stanno cercando un uomo con un’età apparente di 35-40 anni, corporatura robusta, con barba e baffi. È attivo nelle zone di Desio e Lissone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento