Sciacalli in azione con la truffa del finto tampone: la Croce Rossa mette in guardia

Da lunedì mattina sui social i messaggi di allerta di associazioni di volontariato

La paura del contagio e lo sciacallaggio. I malviventi, approfittando della situazione di emergenza dettata dall'aumento del numero di casi di pazienti positivi al Coronavirus che lunedì mattina sono saliti a 172 in Lombardia (e quattro decessi), hanno bussato alle porte di anziani soli. La tecnica usata è quella di presentarsi come medici o personale sanitario incaricato di effettuare il tampone per scongiurare il rischio di contagio. Ma le intenzioni sono ben altre.

L'allarme è partito in mattina sui canali social di comuni e associazioni di volontariato - reali -, che hanno invitato tutti alla massima attenzione. "Il comando dei Carabinieri ci informa che alcuni truffatori si fingono paramedici che effettuano gratuitamente un test per il coronavirus, con l’obiettivo accedere alle abitazioni private e derubare le persone - si legge in un post del comune di Zibido San Giacomo, tra i primi ad alzare la guardia -. Vi raccomandiamo di non far entrare in casa sconosciuti e di avvisare tempestivamente le forze dell’ordine".

E ancora, poco dopo, stesse segnalazioni dal comune di Solaro: "Attenzione! Abbiamo segnalazioni di sedicenti funzionari Ats o di Croce Rossa che si propongono in autonomia di effettuare visite domiciliari con tamponi per Coronavirus. Smentiamo categoricamente questa procedura. Si tratta di probabili truffe. In caso di contatti segnalare subito alle forze dell'ordine".

L'appello è stato condiviso anche dalla Croce Rossa in Brianza: "Il Presidente di Croce Rossa Italiana - Comitato di Nova Milanese e il consiglio direttivo informano la cittadinanza di Nova Milanese che non è stata emanata nessuna attività di porta-porta per effettuare test con Tampone Orale per il contagio di Corona Virus COVID-19. Attività come queste hanno il solo scopo di entrare nelle abitazione e effettuare attività di sciacallaggio. Preghiamo pertanto di non aprire a suddetti individui in divisa e di contattare immediatamente le forze dell'ordine. Episodi vili come questi vanno contro il nostro operato, la nostra professionalità e il nostro emblema" si legge nel post condiviso sui social. Avvisi di allerta anche dal comune di Ornago e dal comitato Croce Rossa di Villasanta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comitato monzese della Croce Rossa ha diffuso una nota: "La Croce Rossa Italiana non ha attivato nessuna attività di porta-porta per effettuare test con Tampone Orale per il contagio di CoronaVirus. Attività come queste hanno il solo scopo di entrare nelle abitazioni ed effettuare azioni di sciacallaggio e truffa. Preghiamo pertanto di non aprire a suddetti individui e di contattare immediatamente le forze dell'ordine. Al fine di facilitare il nostro operato, che vede in tutto il territorio nazionale un importante spiegamento di mezzi e persone, vi invitiamo a seguire le informazioni che ci riguardano solo attraverso le pagine ufficiali dei singoli Comitati". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

Torna su
MonzaToday è in caricamento