"Tornerai a camminare" e rubano mezzo milione di euro a un disabile

L’uomo, paraplegico, ha dato 560mila euro a tre uomini che gli avevano promesso un “miracolo”. Uno dei truffatori è stato arrestato a Monza

A lui, un giovane imprenditore paraplegico, avevano promesso un vero e proprio miracolo. Ad un altro, investitore nel campo del green, avevano assicurato guadagni e un sistema innovativo di produzione di energia elettrica. In realtà non erano in grado di fare nessuna delle due cose. Nonostante i soldi intascati, l’uomo disabile non sarebbe mai tornato a camminare e l’imprenditore non avrebbe mai avuto il suo brevetto. O, quanto meno, non grazie a loro.

I carabinieri di Milano hanno arrestato tre truffatori, residenti a Monza, Robbio Lomellina e Valsolda, colpevoli - secondo i militari - di aver truffato più di un milione di euro a due uomini, caduti nelle loro trappole. Parte dei soldi, circa 960 mila euro, sono stati recuperati e sequestrati in Svizzera. L'indagine, condotta dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria di Milano, è scaturita ad agosto 2014, dalla denuncia presentata presso la Procura della Repubblica di Milano, da un giovane imprenditore, divenuto paraplegico a seguito di un grave incidente stradale.

I tre arrestati, spacciandosi per appartenenti a servizi d’intelligence statunitense ed amministratori di una multinazionale attiva nella conversione in campo civile di tecnologie militari, erano riusciti a sottrarre alla vittima la somma di un milione di euro, promettendogli il recupero dell'uso delle gambe grazie ad un rivoluzionario intervento chirurgico da praticarsi in una struttura medica svizzera. Quei soldi, secondo quanto appreso dai militari, erano i soldi che il giovane imprenditore aveva avuto ricevuto dalla sua assicurazione come "risarcimento" per l'incidente.

Quattrocentomila euro, invece, è la cifra che i tre truffatori hanno ottenuto da un imprenditore operante nel campo delle tecnologie ambientali, convinto che la banda avrebbe sviluppato per lui un sistema di distruzione dei rifiuti e produzione di energia. A porre fine alle truffe dei tre ci hanno pensato i carabinieri di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento