Si finge un carabiniere e con la scusa dei soldi falsi tenta la truffa: due casi in poche ore

E' accaduto a Biassono

IMMAGINE DI REPERTORIO

Con un cappello in testa con la scritta "Carabinieri" ha bussato alla porta di due anziani venerdì mattina a Biassono e ha pensato che sarebbe bastato quel dettaglio per riuscire a farsi aprire la porta. Invece, fortunatamente, non è stato così e in entrambe le occasioni la truffa è andata in fumo.

Prima l'uomo, in azione da solo, ha suonato alla porta dell'abitazione di un pensionato e si è qualificato come carabiniere, dicendo di dover effettuare un controllo in merito ad alcune banconote false in circolazione. Il proprietario però, 86 anni circa, non ci ha creduto e lo ha allontanato.

Poco dopo il truffatore ci ha riprovato. Qualificandosi nuovamente come carabiniere ha raggirato un'altra vittima che, dopo averlo accolto nella sua abitazione, si è presto resa conto dell'inganno, insospettita dalle richieste insistenti del falso militare.

In merito all'accaduto sono stati informati i carabinieri, quelli veri, che ora stanno effettuando le indagini per rintracciare il truffatore e risalire alla sua identità. In entrambi i casi fortunatamente l'uomo non è riuscito a mettere le mani sul bottino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento