Truffa e riciclaggio, maxi inchiesta della Guardia di Finanza in Brianza per abbonamenti a riviste: 18 arresti

Gli indagati dovranno rispondere a vario titolo delle accuse di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, riciclaggio, autoriciclaggio e trasferimento fraudolento di valori

Una maxi inchiesta e diciotto arresti. La Guardia di Finanza di Monza ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Monza nei confronti di 18 persone – residenti nelle province di Milano e di Monza e Brianza – indagate per associazione a delinquere finalizzata alla truffa, riciclaggio, autoriciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

Le indagini, condotte dalle Fiamme Gialle monzesi e coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno accertato l’esistenza di una collaudata organizzazione criminale dedita alla commissione sistematica di truffe in danno di abbonati a riviste solo apparentemente riconducibili alle Forze dell’ordine, indotti dai truffatori, attraverso pressanti telefonate, a pagare migliaia di euro per saldare presunti debiti – in realtà inesistenti – relativi agli abbonamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento