menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due truffe in Brianza, donna derubata a Cesano e falsa nipote smascherata a Varedo

I due raggiri. Il suggerimento è sempre quello di non aprire a sconosciuti e contattare il 112

Due truffe agli anziani a distanza due giorni, in Brianza. Domenica in via Sant’Ambrogio a Cesano Maderno una donna di 81 anni ha ricevuto la visita di due falsi tecnici che si sono qualificati come dipendenti di un’azienda fornitrice di metano. L’anziana ha commesso l’errore di aprire la porta. Uno dei due falsi tecnici l’ha intrattenuta, l’altro ha perlustrato i locali dell’abitazione, riuscendo a portare via seicento euro in contanti posati su una credenza in soggiorno. Solo quando i due se ne sono andati, l’81enne si è resa conto di essere stata derubata.

In via Monza a Varedo invece, venerdì 6 dicembre una donna di 83 anni è riuscita a smascherare una truffatrice. La malcapitata aveva telefonato alla 83enne dicendo di essere sua nipote e che il padre aveva bisogno di 15mila euro. “Verrà a bussare alla porta un’addetta della banca” sono state le sue ultime parole. Prima che i malviventi riuscissero a truffarla, l’anziana si è ricordata di quanto le aveva detto il maresciallo Armando Cangemi: “Non apra a nessuno e chiami il 112”. Appena la 83enne ha comunicato alla donna al telefono l’intenzione di chiamare il 112, i truffatori si sono dileguati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento