Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Vuole contratto e smartphone, ma i documenti sono falsi: arrestato

Un cittadino ivoriano di 30 anni è stato bloccato mentre cercava di mettere a segno una truffa da 500 euro in un negozio di telefonia

CARUGATE - Il meccanismo è noto: ci si presenta in un negozio di cellulari, si chiede l'attivazione di un contratto e si ritira il telefono collegato - di solito uno smartphone da 500 euro - senza pagare un centesimo: il cellulare sarà saldato grazie alle rate mensili. Tutto normale all'apparenza, tranne l'ultimo particolare: la carta d'identità questa volta era falsa. Lo sa bene O.K, cittadino ivoriano di 30 anni che giovedì pomeriggio "ci ha provato" al centro commerciale Carosello.

Il giovane ha tentato di stipulare un contratto, ma qualcosa no non andava: il suo documento era palesemente contraffatto. I commessi, allarmati, hanno chiamato i carabinieri: all'arrivo dei militari della stazione di Carugate, i sospetti si sono rivelati fondati. Lo straniero, già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi, è stato fermato e portato in caserma, dove si trova ora in attesa di rito direttissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole contratto e smartphone, ma i documenti sono falsi: arrestato

MonzaToday è in caricamento