menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ubriaca, senza patente, travolge un ciclista e scappa: si schianta contro un muro ma è libera

La donna non è stata arrestata ma solo denunciata a piede libero. La vittima, un ragazzo di ventisei anni, ha riportato la frattura di una vertebra

Ha finito la sua corsa contro un muretto sulla Strada provinciale 179, a Trezzano Rosa (Mi)alle porte della Brianza. Illesa ma con l'auto accartocciata. Prima dello schianto contro la parete, la donna alla guida - ubriaca - aveva travolto un ciclista facendogli fare un balzo sul cofano prima e sul tettuccio poi. E procurandogli una brutta frattura ad una vertebra. Durante la fuga la donna aveva provocato un altro incidente, senza feriti.

La responsabile - pirata della strada - non è stata arrestata ma al momento è ufficialmente indagata a piede libero. In suo favore ha giocato il marito. E' stato l'uomo a convincerla a tornare sul luogo dell'incidente, appena l'ha vista rientrare nella loro casa a Cernusco Sul Naviglio (Mi) a piedi.

Questo particolare - secondo quanto spiegano i carabinieri della compagnia di Vimercate che sono intervenuti - ha permesso alla donna di restare in libertà. La legge concede, infatti, ventiquattro ore per il 'pentimento'. La protagonista, un'italiana di quarant'anni, è incensurata ma era già nota ai carabinieri per guida in stato di ebbrezza, per cui aveva la patente sospesa.

Domenica sera, dopo aver bevuto parecchio, si era messa alla guida della sua auto. Vittima della sua imprudenza, un ragazzo marocchino di ventisei anni. La donna, passata col rosso, lo aveva 'steso' ed era fuggita. Un altro automobilista, testimone del fatto, dopo aver chiamato i carabinieri, si era messo all'inseguimento della 'pirata della strada' che aveva fatto in tempo a provocare un'altra collisione, e a seminare il testimone - per via di un altro semaforo rosso 'bruciato' - e a schiantarsi contro un muro. L'uomo ferito è stato trasportato all'ospedale Niguarda.

Non è in pericolo di vita ma ne avrà per trenta giorni, secondo la prognosi dei sanitari. Intanto la donna è stata deferita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento