rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Inseguimenti e arresti / Seregno

Ubriaca al volante scappa all'alt e picchia un carabiniere: arrestata

Nel sangue aveva un tasso alcolemico quasi cinque volte il limite. Nella fuga ha bruciato un semaforo rosso e invaso la corsia opposta, rischiando alcuni incidenti

Un intervento per schiamazzi in strada, nel cuore della notte, che si sarebbe potuto concludere in poco tempo, dopo che i carabinieri avevano invitato le persone riunite in un gruppetto al rispetto della quiete pubblica. E invece si è trasformato in un inseguimento con la folle fuga di una Panda con al volante una donna ubriaca che non si è fermata all'alt dei militari e ha accelerato, invadendo la corsia opposta e bruciando anche il rosso a un semaforo. E rischiando così di causare incidenti.

Ubriaca al volante, minaccia e aggredisce i carabinieri

I fatti risalgono alla nottata tra sabato e domenica quando all'alba, intorno alle cinque, una gazzella del radiomobile dei carabinieri di Seregno è intervenuta nel quartiere Santa Valeria dove i residenti avevano segnalato un gruppo di persone che schiamazzavano in strada. Giunti sul posto i militari, li hanno invitati al rispetto della quiete pubblica e sono risaliti in auto per fare un giro di controllo nella zona. E proprio nel quartiere poco dopo hanno incrociato una Fiat Panda con al volante una ragazza, già notata prima in quel gruppo di giovani.

Aveva i fari spenti e una andatura a zigzag così si sono accostati e hanno itnimato l'alt. Ma la Panda, nonostante i lampeggianti accesi e la paletta di ordinanza visibile, ha tirato dritto e proseguito la marcia che è diventata una vera e propria fuga. La donna, guidando, secondo quanto ricostruito dal comando provinciale dell'Arma dei carabinieri, avrebbe invaso anche la corsia di marcia opposta, avrebbe oltrepassato un semaforo con il rosso, omettendo di dare precedenza ad altri veicoli e rischiando di causare diversi incidenti. 

L'arresto

A quel punto, in prossimità dell'incrocio con via Cesare Correnti, i militari hanno deciso di mettere fine all'inseguimento e hanno fermato il veicolo, tagliandogli la strada. Dall'auto è scesa una donna che ha replicato di "non riconoscere la divisa e di non dover essere fermata" e si è opposta alla richiesta di fornire i documenti. Così come non avrebbe accettato di buon grado di sottoporsi al test dell'etilometro che è risultato positivo. La donna avrebbe insultato i carabinieri e tentato di risalire in auto e andare via. L'esame ha accertato valori relativi alla presenza di alcol in corpo cinque volte superiori ai limiti di legge (2,4 g/l).

Dopo essere stata informata che nei suoi confronti si sarebbe proceduto alla denuncia in stato di libertà per guida in stato d'ebbrezza ai sensi dell'art. 186, la donna, una seregnese di 45enne impiegata, ha iniziato ad avere un atteggiamento violento e aggressivo fino a colpire con uno schiaffo al viso uno dei militari. Per la 45enne a quel punto è scattato l'arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaca al volante scappa all'alt e picchia un carabiniere: arrestata

MonzaToday è in caricamento