rotate-mobile
Cronaca

Alcol e liti, la lunga notte del Gran Premio del 118 a Monza e dintorni

Sono stati diversi gli interventi del personale sanitario. Chiamate soprattutto per malori legati a abuso di sostanze alcoliche

Nottata impegnativa per i soccorritori quella tra sabato 2 e domenica 3 settembre, alla vigili del Gran Premio di Monza. In città e nei comuni della Brianza sono state diverse le chiamate con richiesta di intervento. Molte delle quali per persone che accusavano sintomi di malessere dopo aver abusato di sostanze alcoliche. 

La lunga nottata del 118 in Brianza è iniziata alla una e trenta a Triuggio dove due minorenni - 17 anni lui, 16 lei - sono stati soccorsi dopo essere caduti in moto e le loro condizioni hanno destato fin da subito preoccupazione, con il 17enne trasferito in codice rosso all'ospedale San Gerardo di Monza, privo di sensi. A Monza intorno alle due e mezza è stato richiesto l'intervento di una ambulanza per una persona che si era sentita male dopo aver bevuto troppo ma al momento dell'intervento il personale sanitario in via Teodolinda non ha trovato nessuno da soccorrere. Diversi anche gli interventi con segnalazioni di risse o liti in città.

A Seregno in via Nenni, poco prima delle quattro di notte, è stata soccorsa una 26enne, accompagnata in ospedale in codice verde con sintomi da intossicazione etilica. Poco prima delle sei un'ambulanza è intervenuta a Biassono, in via Brenno, per prestare soccorso a un 40enne, anche lui sentitosi male dopo aver esagerato con l'alcol. Per l'uomo però non è stato necessario il trasferimento in ospedale. Poco prima a sentirsi male era stato un 27enne a Monza, con una ambulanza inviata alle 5.39 in via Boccaccio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol e liti, la lunga notte del Gran Premio del 118 a Monza e dintorni

MonzaToday è in caricamento