Ciclista ubriaco cade, si ferisce e spezza un polso al carabiniere che lo soccorre

A Senago

Era uscito verso le due del mattino di domenica a farsi un giro in bicicletta. Così – con il vento gelido in faccia – un argentino di 50 anni sperava di riuscire a farsi passare la sbornia per le strade di Senago. Ubriaco perso, il sudamericano dopo un breve viaggio a zig zag nel buio della notte, ha però perso l’equilibrio ed è caduto per terra.

La botta è stata così forte che si è procurato una brutta ferita alla testa, dalla quale ha perso molto sangue. Ma quando i carabinieri lo hanno soccorso, per tutta risposta lo straniero li ha aggrediti. Calci, pugni, schiaffi. Una vera furia. Uno dei militari ha riportato la frattura di un polso: 30 giorni di prognosi. Un altro ha subito contusioni ed escoriazioni.

Medicato al pronto soccorso, guarirà in dieci giorni. Sottoposto al test, l’argentino aveva un tasso alcolico sei volte superiore al limite di legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento