Ubriaco prende a pugni l'autobus per salire e agli agenti dice di essere minorenne

Le bugie, dette per evitare i guai, hanno comunque avuto le gambe corte

Quando gli agenti della polizia locale nel cuore della notte hanno suonato alla sua porta e le hanno detto di averle riportato suo figlio minorenne ubriaco, la donna ha esitato un attimo ed è corsa nell'altra stanza dove nel suo letto, sotto le coperte, il figlio dormiva tranquillo e completamente sobrio. 

"Non è mio figlio" ha spiegato la signora agli agenti della polizia locale, guardando quel ragazzino in preda ai fumi dell'alcol che le forze dell'ordine stavano riaccompagnando nella casa sbagliata. La signora però lo ha riconosciuto e ha indicato agli uomini in divisa dove trovare la madre. 

Non solo il giovane ha mentito, dicendo di abitare in una casa che non era la sua e di essere figlio di una donna che non era sua madre, ma per provare a tirarsi fuori dai guai ha anche detto di essere minorenne, mascherando i 18 anni e la maturità che, probabilmente, per ora ha dimostrato solo sulla carta. 

Tutto è cominciato la sera del 23 dicembre a Monza quando intorno alle 20.45 mentre un autobus della linea 208 stava transitando tra via Guerrazzi e via Pacinotti, il ragazzo, ubriaco e visibilmente fuori di sè, ha iniziato a bussare con insistenza alla porta del mezzo, tirando pugni e pretendendo di farsi aprire le porte dal conducente nonostante non vi fosse alcuna fermata nel tratto.

L'autista dopo aver provato a far calmare il giovane di fronte ai passeggeri spaventati ha deciso di chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. In via Pacinotti sono arrivati gli agenti della polizia locale a cui il ragazzo ha raccontato una sfilza di bugie, mentendo sulla sua età, sull'indirizzo della sua abitazione e, addirittura su sua madre.

Alla fine, il 18enne, nato in Ecuador, è stato riaccompagnato a casa e ora dovrà rispondere di falsa identità, ubriachezza molesta e interruzione di pubblico servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento