Si faceva dare in affido i gatti, li uccideva e inviava le foto ai padroni

Il killer di micini questa volta è un quarantenne bergamasco: l'uomo è stato denunciato

Un gatto

Non li uccideva per mangiarli, come accaduto qualche mese fa in Brianza, ma per una crudeltà gratuita e violenta.

Un quarantenne bergamasco è stato denunciato dopo diverse segnalazioni dal Nucleo investigativo per i reati contro gli animali del Corpo Forestale dello Stato. 

L'uomo adottava online gattini e una volta presi in affido gli animali li torturava fino ad ucciderli brutalmente. Il lato più macabro di questa vicenda è che il killer dopo aver tolto la vita ai mici inviava le foto degli animali ai precedenti padroni.

E' stato proprio grazie a queste foto e ad attente ricerche che gli inquirenti si sono messi sulle sue tracce.

Si tratta di un uomo già noto alle forze dell'ordine e nella sua abitazione sono state trovate tracce di sangue. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento