Uccide il vicino con cinque colpi di pistola per una lite: Misinto piange Bruno Pieri

Il pensionato dopo aver esploso i colpi che hanno ucciso il vicino, padre di una ragazza e presidente della Banda del paese, si è cambiato d'abito e poi ha confessato l'omicidio

Bruno Pieri, la vittima

Una famiglia sconvolta e una comunità attonita di fronte a un gesto tanto crudele. Cinque colpi di pistola, esplosi da una Beretta calibro 7,65 regolarmente detenuta ma senza autorizzazione per il porto in luogo pubblico. Proiettili che a distanza ravvicinata hanno raggiunto Bruno Pieri, 58 anni, uccidendolo. C'è una lite alimentata da vecchi dissapori per una stradina confinante tra le due proprietà alla base dell'omicidio consumatosi nel tardo pomeriggio di sabato a Misinto, in Brianza.

Il responsabile, un pensionato di 82 anni, Carmelo Volo, vedovo e incensurato, è stato arrestato subito dopo dai carabinieri della compagnia di Seregno accorsi in via Monte Rosa dopo gli spari. A terra, riverso in un lago di sangue, c'era il 58enne, sposato, padre di una figlia di 26 anni e presidente del Corpo Musicale cittadino, imprenditore agricolo e conosciuto da molti in paese. Nonostante la corsa a sierene spiegate dell'ambulanza in ospedale per l'uomo non c'è stato nulla da fare: è morto poco dopo a causa delle lesioni riportate in seguito agli spari.

Quando i carabinieri si sono presentati alla porta del pensionato l'uomo non è apparso sorpreso: sarebbe andato lui stesso a costituirsi di lì a poco. Ha seguito i militari in comando, dove ad attenderlo c'era il pm per l'interrogatorio. Prima di uscire di casa però si è cambiato: ha tolto i pantaloncini corti che indossava e ha scelto un paio di pantaloni lunghi perchè - a suo dire - non riteneva rispettoso farsi arrestare con quegli abiti. Poi, in caserma, la confessione. Il pensionato - che era in possesso del titolo per la detenzione dell'arma ma non per il porto in luogo pubblico e per questo è stato anche denunciato - è stato poi accompagnato in carcere a Monza. 

Addio a Bruno, il ricordo della "sua" banda 

Bruno,
Bruno non era solo il nostro Presidente; Bruno era il nostro amico, l'amico di tutti noi della Banda. Ci chiamava "i miei ragazzi" e per noi, con la sua presenza sempre discreta, era un punto di riferimento.
Il pensiero di molti è stato quello di essere in un brutto sogno, non poteva essere vero quello che è successo, poi ci saremmo svegliati.
Ma ora purtroppo abbiamo realizzato e, non è stato così, Bruno non c'è più.
Non ti meritavi questo, non meritavi questa tragica morte, eri una persona dall'animo buono e sempre disponibile, con una gentilezza d'altri tempi; i Misintesi e le persone che ti conoscevano lo stanno testimoniando con tanti messaggi di affetto. Avevamo ancora tanti progetti, tante cose da fare insieme e tante cose da dirci, ma ora che sarà, non sarà più la stessa cosa; come faremo senza la Tua autorevole guida?
Bruno, è stato un onore averti avuto come Presidente e il vuoto che ci hai lasciato sarà incolmabile, grazie per tutto quello che hai fatto per noi e per la comunità.
Ci mancherai tantissimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Tua banda

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Il maltempo fa paura a Monza: prevista acqua a secchiate e grandine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento